un teatro da scoprire - Teatro Amilcare Ponchielli Cremona

#UNTEATRODASCOPRIRE

Un piccolo viaggio alla scoperta di luoghi ‘nascosti’ del teatro,
a caccia di curiosità.

LA SALA PROVE

Oggi vi portiamo alla scoperta di un altro ‘angolo segreto’ del teatro....la nostra sala prove.
Una vera e propria sala - danza con pareti di specchi , sbarre e pianoforte dove le compagnie di danza, che ospitiamo in teatro, si riscaldano e allenano in attesa delle prove sul palcoscenico.
Lo spazio è multifunzionale, poiché la sala viene utilizzata anche per le prime prove musicali quando si è in produzione con l’opera.... e allora lasciamoci trasportare dalla fantasia e danziamo..

IL SIPARIO RIZZI

Ma sapete che il Teatro Ponchielli custodisce uno dei sipari storici più belli?
Il sipario ‘Rizzi’ fu realizzato dal pittore cremonese Antonio Rizzi nel 1891 e dipinto ad olio su tela. Le sue dimensioni sono imponenti sette metri per undici con la raffigurazione de
L’allegoria della storia della musica. Il sipario viene utilizzato durante alcune serate della stagione concertistica così il pubblico può godere oltre che della musica anche della vista di un bellissimo dipinto.

IL GOLFO MISTICO

Sapete cos'è il Golfo Mistico? più conosciuta come buca d'orchestra è lo spazio situato fra palcoscenico e platea e non visibile a questa, dove ha sede l'orchestra che suona dal vivo.

Il nome "mystisches abgrund" (abisso mistico) fu coniato da Richard Wagner... anche il Teatro Ponchielli, essendo un classico teatro all'italiana, è dotato di buca d'orchestra di 22 metri per cinque e viene utilizzato durante la Stagione d'Opera ed è in grado di accogliere fino a 55 orchestrali...

L'ANGOLO DELLE DEDICHE

Sul palcoscenico, prima di accedere al corridoio dei camerini c'è un "luogo" affascinante e speciale, dove Compagnie e artisti lasciano una dedica, un pensiero, un oggetto o un'emozione....questo è l'angolo delle dediche..

Cari artisti, you are welcome!

L'OFFICINA

E' da qui che tutto prende vita...dall'officina del Teatro dove macchinisti, tecnici e attrezzisti lavorano per la manutenzione del teatro e per creare con le proprie mani alcune scenografie e oggetti di scena durante gli allestimenti della Stagione d'Opera ....un posto "fantastico" e un po' misterioso ...

IL LAMPADARIO

 Il teatro Ponchielli fu uno dei primi teatri italiani ad essere dotato di luce elettrica. Il suo imponente lampadario ha ben 80 lampadine e la manutenzione viene effettuata periodicamente con un sistema particolare e ancora tutto manuale.Infatti il lampadario viene issato in cupola, grazie a una carrucola fissa, quindi pulito e revisionato dai tecnici del teatro e una volta ripristinato viene calato in sala per dar luce alle serate!

IL GRATICCIO

....sapete cos’è il graticcio? E' una struttura a travi di legno posta a ridosso del soffitto del palcoscenico e di uguale dimensioni del palco. Il graticcio del Teatro Ponchielli è ben 20 metri per 20 ed è posto ad un’altezza di 16 metri dal palcoscenico. La sua struttura è tutta originale e risale ad inizio ‘800 e periodicamente viene sottoposto a manutenzione. Il graticcio é il cuore della scena ed proprio da lì che, essendo praticabile, i tecnici del teatro posizionano le luci, le quinte e le scene.....un posto affascinante e di grande storia

L'OROLOGIO

Un ‘gioiello’ del teatro é sicuramente l’orologio storico. L’orologio del teatro risala ad inizio 800, è tutt’ora funzionante e lo si può vedere in azione dalla platea le sere di spettacolo.
Ma sapete come funziona? la sua carica è ancora manuale e il suo meccanismo è alquanto particolare, infatti lo scandire delle ore è regolato grazie ad un contrappeso di una pietra (ancora originale) del peso di circa 20 kg. L’orologio ha una autonomia di 12 ore e quando il peso tocca terra l’orologio si arresta. Un tecnico del teatro si occupa di caricare l’orologio tutte le sere che c’è spettacolo!

Virtual Tour