THEATRO DEI CERVELLI - Teatro Amilcare Ponchielli Cremona

THEATRO DEI CERVELLI

LUCIDISSIMA AURORA
Riflessi dell’alba nel Seicento italiano 
Musiche di F. Cavalli, D. Mazzocchi, C. Monteverdi, B. Strozzi

THEATRO DEI CERVELLI
Andrés Locatelli, flauto e direzione

Delia Agúndez, Esther Labourdette, soprani
Jacopo Facchini, alto
Roberto Rilievi, tenore
Gabriele Lombardi, basso

Lina Manrique, violino e viola da gamba
Claudia Combs, violino
Diana Fazzini, violone e viola da gamba
Flora Papadopoulos, arpa
Ryoko Katayama, organo e clavicembalo


Programma:

I. INVOCAZIONE

Domenico Mazzocchi (1592-1665)
Misura altri il girar di quello altero (da Musiche sacre e morali, 1641)

Francesco Cavalli (1602-1676) 
Già dell'alba vicina (Sonno) (da Gli Amori d'Apollo e di Dafne, 1640)

Barbara Strozzi (1619-1677) 
Dolcissimi respiri (da Il primo libro de' madrigali,1644)

Tarquinio Merula (1595-1665) 
Ballo detto Pollicio (da Canzoni overo sonate concertate, libro terzo, 1637)

Domenico Mazzocchi 
Pian piano, aure tranquille (da Madrigali a cinque voci, 1638)


II. LO SPLENDORE DEL GIORNO

Giovanni Rovetta (1595/7-1668)
Venga dal Ciel migliore (da Madrigali concertati, libro secondo, 1640)

Francesco Cavalli 
Alba, che imperli i fiori all'erbe in seno (da La Statira, 1655)

Domenico Mazzocchi
Udito ho, Citerea (da Madrigali a cinque voci, 1638) 

Barbara Strozzi 
Quel misero usignolo / Come può, non come suol (da Il primo libro de' madrigali, 1644)


III. RISVEGLI DELL'ANIMA 

Domenico Mazzocchi 
Non vedete, pastori? (da Madrigali a cinque voci, 1638) 

Tarquinio Merula 
Canzon sesta La Illica (da Il quarto libro delle canzoni da suonare, 1651)

Claudio Monteverdi 

Vattene pur, crudel con quella pace / Là, tra'l sangue e le morti egro giacente / Poi ch'ella in sé tornò deserto e muto (da Madrigali, libro terzo, 1592)

Francesco Cavalli 
Lucidissima face (da La Calisto, 1651)

Claudio Monteverdi 
O ciechi, il tanto affaticar che giova? (da Selva morale e spirituale, 1641)


In contrasto con il concerto tenebroso del 18 maggio, una poetica incursione nel mondo della luce evocata nei madrigali italiani del Seicento: dal sopraggiungere dell’aurora che risveglia il sonno degli amanti al cinguettio festoso dell’usignolo nello splendore del giorno. Ma il Theatro dei Cervelli, neonato ensemble diretto da Andrès Locatelli, medita in musica anche sull’inesorabile scorrere del tempo e sulla fragilità umana, tra il sogno e il pigro risveglio. 

Location:

Chiesa del Foppone

Contatti

Informazioni e prenotazioni telefoniche ai numeri
tel: 0372.022.001 e 0372.022.002.

Mail (per informazioni non per prenotazioni):
biglietteria@teatroponchielli.it